Ufficio Informazione e Stampa
Provincia di Pesaro e Urbino
pubblicata da 31 giorni
, il 21 dicembre 2017 (giovedì) alle 12:46

Riserva naturale statale “Gola del Furlo”, 60mila euro dal ministero dell’Ambiente per il progetto “Natura protetta alla portata di tutti”

Autore: Giovanna Renzini

Origine: Comunicati stampa

Numerosi interventi per rendere l’area sempre più accessibile: acquisto di una seconda Joelette, iniziative per scuole e strutture socio assistenziali, potenziamento dell’informazione museale ecc.

PESARO – Il ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare ha approvato il progetto pilota “Natura protetta alla portata di tutti” presentato dalla Riserva naturale statale “Gola del Furlo” e dalla Provincia di Pesaro e Urbino (che ne è l’ente gestore), stanziando 60mila euro per la realizzazione degli obiettivi previsti. E’ stato così mantenuto l’impegno assunto dal ministro Gian Luca Galletti, che nella sua visita di novembre alla Riserva rimase colpito dalla strategia dell’accessibilità e fruibilità per tutti e dagli utilizzi della Joelette (carrozzina da fuori – strada che permette a persone con disabilità di partecipare ad itinerari “condivisi”), esortando la Provincia a presentare al più presto un progetto da proporre poi, come esperienza pilota, a tutti i parchi e Riserve d’Italia.

“Siamo molto soddisfatti – evidenzia il presidente della Provincia Daniele Tagliolini – per la possibilità che ci è stata data di implementare azioni ed iniziative a favore di una sempre maggiore inclusione. Abbiamo proposto un approccio diverso, che vede le Riserve ed i parchi non più soltanto come strumenti di tutela e salvaguardia ambientale, ma come possibilità offerta a tutti di vivere esperienze a contatto con la natura. In questi ultimi anni, nonostante le difficoltà economiche, abbiamo fatto interventi importanti sulla Riserva”.

Tra gli investimenti previsti, l’acquisto di un’altra Joelette con servoassistenza elettrica, l’allestimento del parco della Golena con giochi accessibili, un progetto pilota turistico – educativo per le scuole, progetti per le strutture socio assistenziali del territorio, sistemazione del parcheggio antistante l’area attrezzata e collocazione nelle aree di sosta di panchine, appoggi ischiatici, tavoli per diversamente abili.

“Con questo stanziamento, che avverrà dietro rendicontazione - dice il direttore della Riserva Maurizio Bartoli – potenzieremo l’accompagnamento inclusivo in natura, renderemo più accessibile l’informazione museale anche in collaborazione col Museo tattile statale Omero, aumenteremo infrastrutture e aree verdi accessibili, miglioreremo la fruibilità del Museo del territorio e del rifugio di Ca’ I Fabbri. Come annunciato dal ministero, saremo invitati a Roma per illustrare questa esperienza ad altre aree protette”.

Soddisfatto anche il sindaco di Acqualagna e consigliere provinciale con delega alla Riserva del Furlo Andrea Pierotti. “La sostenibilità e accessibilità sono un punto di forza di una destinazione turistica. Sono tantissimi coloro che, avendo difficoltà di deambulazione, scelgono località dove sono garantiti tutti i servizi necessari per una piacevole giornata o vacanza. Le esperienze a contatto con la natura e con il territorio che la Riserva sta offrendo nell’ottica dell’inclusione e accessibilità per tutti vanno dunque anche a favore del turismo”. 


© 2005-2018 Provincia di Pesaro e Urbino - Ufficio Informazione e Stampa - Gestito con docweb - [id] - Responsabile: Posizione organizzativa 2.4